Viale Vittorio Emanuele II, n.45 53100 Siena
348 2490752 / 0577 045846
info@agenziaidea.net

Mutuo casa: in arrivo un nuovo boom di richieste di surroga?

Mutuo casa: in arrivo un nuovo boom di richieste di surroga?

tagli bce e boom di richieste di surroga

La Bce ha stabilito un nuovo taglio dei tassi offrendo un’ottima occasione di risparmio a chi intende stipulare un mutuo per l’acquisto di un immobile, ma anche a chi sta già restituendo il suo prestito alla banca.

Sta per aprirsi una nuova era di surroghe?

Per chi vuole comprare casa non potrebbe esserci un periodo più favorevole e non sono soltanto i prezzi degli immobili (ancora piuttosto bassi) a rendere l’acquisto conveniente.

Ultimamente le buone notizie per gli acquirenti arrivano soprattutto dal mondo dei mutui.

Un anno fa si poteva stipulare un mutuo a tasso fisso sotto il 2% ed un mutuo a tasso variabile intorno allo 0,8%: già allora in molti credevano che quei minimi fossero irripetibili e gli esperti preannunciavano un imminente rialzo dei tassi, pensando che non si potesse scendere più di così.

Invece le ultime direttive da parte della Banca Centrale Europea hanno stabilito nuovi minimi assoluti per i tassi: il tasso fisso è al di sotto del 1% e il variabile (che per legge nel nostro Paese non può andare sotto lo zero) si colloca intorno allo 0,5%.

Questo significa che è un vero e proprio momento di grazia per i mutuatari italiani.

La nuova era dei tassi bassi fa sì che oggi indebitarsi per l’acquisto di un immobile sia più conveniente che mai.

Ma attenzione: le opportunità non sono soltanto per coloro che intendono stipulare un nuovo mutuo.

È assai probabile che molti di quelli che hanno già un mutuo in corso vogliano sfruttare le condizioni vantaggiose offerte dal taglio dei tassi optando per la surroga.

Cos’è la surroga del mutuo?

La surroga o portabilità del mutuo consiste nello spostamento di un vecchio mutuo presso una nuova banca che offre migliori condizioni.

Si tratta di un’operazione completamente gratuita per il mutuatario dal momento che, come stabilito dalla legge 40/2007 (la cosiddetta “legge Bersani”) non ci sono costi notarili a suo carico (perché non si va a modificare l’importo del mutuo e quindi i valori su cui si regge l’ipoteca) ed eventuali altri oneri gravano sulla nuova banca.

La vecchia banca non può opporsi né impedire in alcun modo il trasferimento del mutuo presso un nuovo istituto di credito e, entro 30 giorni dall’avvio della pratica da parte della nuova banca, è obbligata a fare il passaggio di consegne.

Fino ad oggi il mercato delle surroghe ha avuto due forti ondate: la prima nel 2014 e la seconda tra il 2016 e la metà del 2018.

Poi le richieste sono diminuite.

Con questo nuovo calo dei tassi si presentano ancora le condizioni ottimali per un boom di surroghe, che permetteranno anche a chi già adesso sta pagando dei tassi piuttosto convenienti di ridurre la spesa legata agli interessi a fine piano di ammortamento.

Gli italiani sembrano pronti ad accogliere questa opportunità, come dimostra l’aumento delle richieste che si è verificato già tra agosto e settembre 2019.

Nei prossimi mesi vedremo quanti vorranno beneficiare di questa soluzione.

Contatta l’Agenzia Immobiliare Idea se vuoi maggiori informazioni o se stai cercando chi possa seguirti nell’acquisto della tua casa a Siena offrendoti un parere professionale anche sulla forma di finanziamento adatta a te.

Ti aspettiamo!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *